Dario Bartolini

Nasce a Trieste nel 1943. Vive e lavora a Firenze.
Si laurea in Architettura nel 1972. Dal 1967 al 1973 è membro di Archizoom, gruppo di architettura radicale. Dal 1967 al 1970 progetta e realizza macchine e installazioni sonore interattive e reattive alla luce.
Dal 1973 al 1976 realizza attività di ricerca nell’ambito del design di abbigliamento. Dal 1973 al 1989 progetti di innovazione didattica e libri per bambini. Dal 1973 al 1996 è consulente industriale per l’innovazione tecnologica e del prodotto.
Dal 1991 inizia l’attività pittorica e subito dopo la sua ricerca si orienta alla produzione di opere in tondino di ferro, in ferro e vetro fino a realizzare “disegni” in tre dimensioni, luminosi, colorati. Attualmente lavora sulla percezione del segno.

Disegni nello spazio

Dario Bartolini per Dynamo Art Factory Scopri il progetto

Esplora l’Art Factory

Art Factory è il cuore creativo della vacanza dove i bambini trascorrono allegri pomeriggi a creare, disegnare, tagliare, incollare, modellare e colorare. È il luogo dove gli artisti trascorrono una settimana condividendo l’esperienza del Camp per realizzare opere collettive o opere singole in cui attraverso il loro linguaggio i bambini riescono a trovare nuove forme di espressione.

 

È il modo in cui Dynamo Camp porta i giovani ospiti a contatto con l’Arte in maniera divertente, immediata e stimolante.

Opere

Le opere sono diverse uniche e speciali proprio perché possiedono la spontaneità dei bambini e la passione dell’Artista . La Star affascina e incuriosisce, fa alzare le antenne ed è in grado di far passare messaggi complessi in maniera semplice e concreta.Per chi ama l’arte e i bambini Dynamo Art Factory è un mondo da scoprire dove ogni opera corrisponde a una donazione per sostenere le attività di DynamoCamp.

Artisti

Ogni estate durante le sessioni sono invitati artisti affermati del panorama contemporaneo. Gli artisti mettono a disposizione il loro tempo e il loro genio concentrandosi su un progetto che coinvolge i giovani ospiti o lanci una “sfida” creativa che viene raccolta da ognuno in maniera personale. Il risultato è un incontro di energia che si fonde alla splendida magia del luogo. L’esperienza è totale e coinvolgente e mentre gl’ artisti trasmettono il loro mondo e le loro visioni i bambini giocando restituiscono ispirazione ed energia ai loro maestri.