Eugenio Bolley

Bolley nasce a Gap (Francia) nel 1935; vive e lavora a Bardonecchia dal 1973, anno in cui ha abbandonato Torino e l’attività professionale di dirigente nell’industria meccanica. Dai suoi esordi, che risalgono alla fine degli anni Sessanta, ha realizzato, in Italia e all’estero, oltre 100 mostre tra personali e collettive. Nel 1987 Bolley ha soggiornato per tre mesi a Kawaguchi-Ko, sulle pendici del Fujiyama (Giappone), su invito dello Spazio Institute di Tokyo, uno dei più importanti centri di ricerca grafica di quel paese.

La natura e la necessità di preservarla sono il tema delle sue opere. Bolley, che ormai ha alle spalle 60 anni di lavoro, è stato il primo artista in Europa a dedicare opere all’inquinamento atmosferico e lo ha fatto attraverso una figura che lui chiama “il Mangianuvole”. Inoltre, ha un interesse costante per il segno, il simbolo: crea composizioni astratte con le lettere di diversi e fantasiosi alfabeti.

Di-Segni

Eugenio Bolley per Dynamo Art Factory Scopri il progetto

Esplora l’Art Factory

Art Factory è il cuore creativo della vacanza dove i bambini trascorrono allegri pomeriggi a creare, disegnare, tagliare, incollare, modellare e colorare. È il luogo dove gli artisti trascorrono una settimana condividendo l’esperienza del Camp per realizzare opere collettive o opere singole in cui attraverso il loro linguaggio i bambini riescono a trovare nuove forme di espressione.

 

È il modo in cui Dynamo Camp porta i giovani ospiti a contatto con l’Arte in maniera divertente, immediata e stimolante.

Opere

Le opere sono diverse uniche e speciali proprio perché possiedono la spontaneità dei bambini e la passione dell’Artista . La Star affascina e incuriosisce, fa alzare le antenne ed è in grado di far passare messaggi complessi in maniera semplice e concreta.Per chi ama l’arte e i bambini Dynamo Art Factory è un mondo da scoprire dove ogni opera corrisponde a una donazione per sostenere le attività di DynamoCamp.

Artisti

Ogni estate durante le sessioni sono invitati artisti affermati del panorama contemporaneo. Gli artisti mettono a disposizione il loro tempo e il loro genio concentrandosi su un progetto che coinvolge i giovani ospiti o lanci una “sfida” creativa che viene raccolta da ognuno in maniera personale. Il risultato è un incontro di energia che si fonde alla splendida magia del luogo. L’esperienza è totale e coinvolgente e mentre gl’ artisti trasmettono il loro mondo e le loro visioni i bambini giocando restituiscono ispirazione ed energia ai loro maestri.